ABOUT

#

PALAZZO DELLE MERAVIGLIE 2021

SECONDA EDIZIONE

“Palazzo delle Meraviglie” è un evento unico nello scenario del Fuori Salone ideato da Katrin Herden e organizzato insieme all’architetto Alessandro Zarinelli con il loro Studio MHZ.

Le aziende, da lei personalmente selezionate, formano un gruppo internazionale con una sinergia speciale per la varietà e la qualità dei prodotti da esporre che spaziano da mobili di design e tessile.

Decluuz, Jallu, Lcd, Perennials and Sutherland, Sohil e Van Rossum si distinguono per il design, il senso artigianale e artistico e per l’attenzione alla qualità di materiali e lavorazione per la clientela più esigenza.

Nella vasta gamma di eventi nella Design Week, la proposta del “Palazzo delle Meraviglie” rappresenta un arricchimento culturale non solo per il mondo del Design, ma in una visione più ampia per il visitatore colto e curioso.

MUSEO BAGATTI VALSECCHI

Museo Bagatti Valsecchi è una casa museo frutto di una straordinaria vicenda collezionistica di fine Ottocento, che ha come protagonisti due fratelli: i baroni Fausto (Milano, 1843 - 1914) e Giuseppe Bagatti Valsecchi (Milano, 1845 - 1934)

#

A partire dagli anni Ottanta del XIX secolo, i due posero mano alla ristrutturazione della dimora di famiglia nel cuore di Milano, declinando in stretta osservanza neorinascimentale le istanze della cultura storicista. Parallelamente, iniziarono a collezionare dipinti e manufatti d’arte applicata quattro-cinquecenteschi con l’intento di allestirli nella loro casa così da creare una dimora ispirata alle abitazioni del Cinquecento lombardo. Fausto e Giuseppe si impegnarono in prima persona nel restyling del Palazzo.

Dopo la morte di Fausto e Giuseppe, casa Bagatti Valsecchi continuò a essere abitata dai loro eredi sino al 1974. Fu in quell’anno che, uno dei figli di Giuseppe, decise di costituire la Fondazione Bagatti Valsecchi, alla quale donò il patrimonio delle opere d’arte. Nel 1994, il Museo Bagatti Valsecchi aprì al pubblico. La Fondazione agisce nello spirito di tutela, promozione e valorizzazione delle cose di interesse storico-artistico di cui alla Legge 1 Giugno 1939, n. 1089

Foto di Ruggero Longoni